L’Europa della civilizzazione della vite e del vino

Il vino, come l’uomo, ha la sua identità attinta dalle sue radici, dal suo suolo e dalla personalità di chi lo ha allevato.Affrontare le questioni vitivinicole nel contesto regionale, tra le regioni, è garanzia di lealtà alla cultura e alla civiltà del vino.

L’assemblea delle regioni vitivinicole europee per tenere la sua 28a sessione plenaria giovedi ’26 novembre sotto le restrizioni Covid-19
Rapporti commerciali USA-UE: l’Europa va all’offensiva
L’AREV deplora la decisione degli Stati Uniti di mantenere tariffe speciali sul vino europeo
AREV chiede alla Commissione europea un budget straordinario per l’urgente rilancio del mercato del vino da parte di Covid-19
AREV accoglie con favore le misure annunciate dalla Commissione, ma attende attenzione ai loro finanziamento e chiama di più grassetto
previous arrow
next arrow
Slider

riguardo a noi

CHI SIAMO

PERCHÉ L’AREV?

Una struttura di concertazione e proposta creata nel 1988, l’AREV, un forum politico-professionale, consente la creazione di un denominatore comune e conta come interlocutore diretto con le istituzioni europee.

RAPPRESENTATIVITA

L’AREV ha una cinquantina di regioni europee membri, rappresentate da una doppia base: politiche regionali elette e rappresentanti di organizzazioni vitivinicole professionali. Questo modello conferisce legittimità storica e storica all’AREV.

OBIETTIVI

Con la sua doppia rappresentatività, AREV lavora con tutte le istituzioni e gli organi responsabili direttamente o indirettamente della politica vitivinicola europea o mondiale ed è coinvolta in tutte le questioni relative alla vite, al vino e alle attività correlate.

I DIRIGENTI DELL’AREV

EMILIANO GARCIA-PAGE SANCHEZ
PRESIDENTE DELL’AREV
PRESIDENTE DELLA
CASTILLA-LA MANCHA / SPAGNA
ALY LEONARDY
1° VICE-PRESIDENTE
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO PROFESSIONALE DEL VINO (CEPV)
LUSSEMBURGO
AYNARD DE CLERMONT-TONNERRE
VICE-SEGRETERIO GENERALE
BRUXELLES

L’EUROPA DEL VINO

45%

DELL’AREA MONDIALE
DEL VIGNETO

52,4%

DEL CONSUMO DI VINO
NEL MONDO

58%

DELLA VENDEMMIA MONDIALE
D’UVA DI VINO

60%

DELLA PRODUZIONE MONDIALE
DI VINO

71,9%

DELLE ESPORTAZIONE DI VINO
NEL MONDO (VOLUME)

75,2%

DELLE ESPORTAZIONE DI VINO
NEL MONDO (IN VALORE)

MAPPA

LE REGIONI DELL’AREV

LA CARTA DEL VINO

Lo sviluppo di un codice etico comune è stato uno dei primi compiti importanti intrapresi da AREV: le regioni vinicole impongono la propria disciplina su se stesse, il cui asse principale è il miglioramento di qualità attraverso l’autenticità, vale a dire attraverso la difesa e la promozione di vini originali.

Adottata all’unanimità nel 1991 da tutte le regioni vinicole europee, questa Carta costituisce il documento di riferimento, sia per le istituzioni ufficiali che per gli attori e i consumatori economici, riunendo i punti essenziali dell’etica europea in viticoltura e vino.

La Carta del vino mira a difendere e promuovere le denominazioni di origine, la qualità e l’autenticità dei vini, i diritti dei consumatori, l’immagine culturale del vino.

RAGGIUNGERE L’AREV

FACCIA SENTIRE LA VOCE DELLA SUA REGIONE

CONTATTA L’AREV

Desideri ottenere informazioni,
ponici domande specifiche …

ISCRIVITI ALL’AREV

Scopri tutto sulla procedura di iscrizione e diventa un membro osservatore dell’AREV.

IL FINANZIAMENTO DELL’AREV

Le risorse finanziarie dell’organizzazione si basano su contributi volontari delle regioni membri.

Questo articolo è disponibile anche in: Deutsch English Español Français Português